La nostra filosofia
E’ possibile, al giorno d’oggi, parlare di qualità senza parlare di vera sostenibilità?
Secondo noi no.
E’ questo il pilastro fondante della nostra filosofia, che ci guida ogni giorno nella sfida per produrre “il miglior vino possibile”.
Quindi, che cosa significa per noi qualità?

Autenticità: il vino deve essere un’espressione rappresentativa del territorio e del vitigno
Sostenibilità: il vino deve essere vivo frutto di un’ ambiente sano e, come tale, dev’essere trattato senza manipolazioni che lo snaturino e/o ne riducano la vitalità
Artigianalità: il vino dev’essere fatto con passione ed attenzione ad ogni singolo dettaglio
Unicità: il vino non deve inseguire le mode, ma essere espressione unica e libera di una vigna e della filosofia di chi ci lavora
Condivisione: ci dev’essere una ragione per cui in una bottiglia ci sta più di un bicchiere.

Una nuova agricoltura
Seguendo i principi fondanti della biodinamica, lavoriamo per integrare al meglio i nostri vigneti nell’ambiente naturale che ci circonda e ci ospita.
Proteggiamo e promuoviamo la biodiversità, mantenendo vaste aree di bosco attorno ai nostri vigneti, allevando animali e integrando altre colture.
Lavoriamo per ripristinare l’equilibrio e la naturale fertilità del terreno attraverso una serie di pratiche quali il cumulo biodinamico, il sovescio, l’utilizzo di microorganismi e di tisane.

Le vigne che crescono in un suolo più sano, ricco di microorganismi e di attività microbiologica sono infatti in grado di sviluppare apparati radicali più forti e profondi che permette di assorbire i sali minerali presenti nel terreno.
Attraverso l’uso di microelementi e di tisane lavoriamo inoltre per sviluppare la naturale resistenza delle vigne agli elementi patogeni.
Tutto il nostro lavoro ha lo scopo di ottenere un’uva più sana, ricca di aromi e sapore e veramente rappresentativa del nostro territorio.

Un modo nuovo di fare vino
Il lavoro in cantina segue le stesse idee e gli stessi principi che ci guidano tutto l’anno nei vigneti.
Dopo anni di pratica e ricerca per produrre vini che fossero autentica espressione del territorio e delle nostre vigne, oggi usiamo solo lieviti indigeni, non utilizziamo processi di filtrazione e manipolazione che alterino la genuinità del vino ed aggiungiamo solfiti solo in minima quantità.